Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Rappresentanze Sindacali Unitarie

News

home page > News e avvisi > News > Verbale della riunione RSU del 31 marzo 2016
Stampa la notizia: Verbale della riunione RSU del 31 marzo 2016

News

Verbale della riunione RSU del 31 marzo 2016

Il giorno 31 marzo 2015 in Via S. Reparata 65, dalle ore 8:30 alle ore 10.30 si è tenuta la riunione delle RSU.
Sono presenti: Azzalin, Consumi, Gabbiani, Giacometti, Gilbert, Lippi, Malavasi, Nese, Piccini, Rosella, Zorzit
Assenti giustificati: Ardy, Castellanelli
Assenti non giustificati: Cavigli, Giannini, Iliceto, Iorio, Tosti Guerra.

La RSU discute sulla peo, che sarà l’argomento di trattativa di lunedì 4 aprile ed, in particolare, della proposta di modifica dei punteggi che l’amministrazione ha illustrato separatamente a tutte le sigle sindacali e alla RSU.
Le modifiche proposte, tuttavia, garantiranno le proporzioni tra i punteggi solo per le peo 2016, dall’anno prossimo infatti andranno rivisti i massimali delle voci determinanti .
Si tratta poi la questione della peo ai colleghi D ed EP equiparati alla dirigenza medica e sanitaria; è stato accertato che il riconoscimento della PEO per il suddetto personale non prevede alcun vantaggio per il lavoratore coinvolto, né dal punto di vista stipendiale, come era già chiaro, ma nemmeno dal punto di vista pensionistico. Infine, anche nella remota ipotesi che quel personale fosse costretto a tornare all’università, l’integrazione aziendale che perderebbero dovrebbe comunque essere recuperata nello stipendio universitario. In conclusione, il pagamento delle PEO a questi lavoratori rappresenta solo un aggravio di spesa per l’università a tutto vantaggio della azienda ospedaliera, che verserebbe meno di perequazione stipendiale.
La RSU decide di porre la questione al tavolo di trattativa, proponendo di escludere i colleghi citati dalle progressioni per la peo 2016.
Viene proposto di chiedere all’amministrazione, nel caso in cui reiteri l’ammissione alle PEO dei dirigenti medici/sanitari, di fare in modo che venga riconosciuta solo la decorrenza giuridica della progressione, per non aggravare i costi dell’amministrazione, a svantaggio degli altri lavoratori.
Viene valutata negativamente la complessità dei dati richiesti per la formulazione degli obiettivi per la produttività, e nel merito sarà fatta una segnalazione al tavolo.
Sarà chiesto anche a che punto è la pesatura dei dipartimenti e di convocare un tavolo apposito per l’orario di lavoro, in particolare per risolvere la questione delle ore pregresse “congelate”.

 

 

15 Maggio 2016
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home page

Inizio pagina