Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Rappresentanze Sindacali Unitarie

News

home page > News e avvisi > News > Resoconto trattativa 16/01/2020
Stampa la notizia: Resoconto trattativa 16/01/2020

News

Resoconto trattativa 16/01/2020

Ordine del giorno:

- Comunicazioni; 

- Conclusione della discussione sull’Ipotesi di Accordo per la determinazione dei criteri generali in materia di indennità di responsabilità ex art. 91 del CCNL 16 ottobre 2008

 -Prosecuzione discussione sul Titolo V del CCI e Lavoro Agile; - 

-Presentazione Bilancio preventivo 2020 e illustrazione delle novità introdotte dalla Legge di bilancio 2020.

Comunicazioni

Buoni Pasto

Il dirigente dell’Area Servizi economali patrimoniali e logistici ha comunicato che il passaggio alle versione elettronica dei ticket avverrà probabilmente tra aprile e maggio.  Il problema relativo alla spendibilità sta lentamente migliorando in virtù di nuovi convenzionamenti tra i vari esercenti anche se alcune mense DSU non risultano ancora convenzionate e rimangono numerose criticità che, a seguito delle segnalazioni di alcuni colleghi, sono state riportate all’attenzione del tavolo.

Nell’occasione la RSU ha richiesto un adeguamento del valore dei buoni a 8 euro una volta perfezionato il passaggio alla versione elettronica dei buoni pasto.  

Progressioni economiche orizzontali

Il Dirigente dell’Area Risorse Umane riferisce che  ci sono stati quattro reclami, che sono stati tutti esaminati e respinti. Il pagamento degli arretrati dovrebbe avvenire nella busta paga di  febbraio. 

Programmazione Personale

Con la delibera del 23 dicembre del Cda sono state chiamate 10 persone dalla graduatoria biblioteche, per martedì 21 gennaio sono stati convocati i primi 19 per la presa di servizio a tempo indeterminato dalla graduatoria dei C amministrativi. Nel corso del  2020 dovrebbero essere assunti 59 tecnici amministrativi, 19 bibliotecari più alcuni tecnici di supporto alla ricerca e tecnici dell’area edilizia

Accordo per la determinazione dei criteri generali in materia di indennità di responsabilità ex art. 91 del CCNL 16 ottobre 2008.

E’ stato sottoscritto l’accordo per  i criteri di attribuzione di indennità di responsabilità e funzioni specialistiche destinando per il 2020 un importo massimo di 100.000 euro.  

L’Amministrazione ha provveduto ad aggiornare i criteri di misurazione dei volumi dei Dipartimenti  adottando il modello di “onerosità amministrativa dei Dipartimenti”, presentato nella seduta  del Consiglio di Amministrazione del 21 dicembre 2018, che consente misurazioni omogenee dei  volumi delle attività gestite dalle strutture. La misurazione dei volumi di attività è già stata impiegata per la determinazione delle  indennità dei Responsabili Amministrativi di Dipartimento (RAD) ed analogamente è stata estesa per la definizione di funzioni specialistiche   e per l’attribuzione della relativa fascia di indennità. L’aggiornamento ha anche riguardato le funzioni di responsabilità delle Scuola sulla base della rivalutazione di alcuni parametri come:   gestione organi, contesto di relazioni didattiche, studenti in corso, anni di corso in programmazione , numero corsi totali, eventuale numero di corsi ad accesso programmato, livelli di internazionalizzazione della didattica,  entità della mobilità in uscita ed in entrata.

L’accordo prevede le seguenti fasce di indennità riassunte in tabella: 

Posizione

Base

Media

Alta

Funzione di Responsabilità

600

900

1200

Funzione Specialistica

500

700

1000

 

Ai fini dell’attribuzione delle funzioni sono stati ribaditi dal tavolo i  principi di imparzialità, trasparenza e rotazione quali criteri per l’affidamento delle funzioni.

Pur sottoscrivendo l’accordo la RSU e le OO.SS. ribadiscono la necessità che, con la sigla del nuovo contratto, l’organizzazione del lavoro in Ateneo debba essere finanziata con apposite risorse e non come avviene attualmente con il fondo di finanziamento accessorio. Inoltre la normativa attuale non consente di incrementare le risorse accessorie vincolando il limite a quello relativo all’anno 2016. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una progressiva diminuzione del fondo e senza un’inversione di tendenza è probabile che vengano meno le risorse per finanziare le indennità, performance e le progressioni economiche orizzontali.

Presentazione Bilancio preventivo 2020 e illustrazione delle novità introdotte dalla Legge di bilancio 2020

Dalla relazione che è stata presentata si evince che l’Ateneo di Firenze ha una situazione finanziaria solida nel breve periodo. Bisogna considerare però che nella legge di bilancio il rifinanziamento del Fondo di Finanziamento Ordinario non copre completamente gli aumenti stipendiali che stiamo pagando autonomamente, le previsioni per gli anni seguenti non sono migliori . Come denunciato dal precedente comunicato RSU,  senza un’inversione di tendenza e un congruo aumento del FFO, a breve l’intero sistema universitario nazionale andrà in forte difficoltà.

La discussione sul Titolo V del CCI  e Lavoro Agile è stata rimandata al prossimo tavolo di trattativa.

25 Gennaio 2020
Unifi Home page

Inizio pagina