Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Rappresentanze Sindacali Unitarie

News

home page > News e avvisi > News > Trattativa 14 ottobre 2011
18 Ottobre 2011 - 13:32    Stampa la notizia: Trattativa 14 ottobre 2011

News

Trattativa 14 ottobre 2011

Dopo la pausa estiva il tavolo di trattativa ha ripreso i lavori: all'odg Mobilità, PEO 2001, mensa per il personale in convenzione e altro...

 

Il primo argomento affrontato è la mobilità interna; viene illustrata una nuova procedura, che può già essere visualizzata dal personale autenticandosi all'indirizzo: http://www.unifi.it/dmobil/, utile per presentare la domanda di mobilità a seguito di avviso ma anche,  a discrezione del lavoratore, per chi vuole trasferirsi , magari con un cambio, indicando tre sedi in ordine di preferenza.

La RSU rileva che questa modalità si discosta da quanto concordato con le linee guida sulla mobilità, che presuppongono la mappatura di tutte le strutture dell'Ateneo, l'individuazione dell'eventuale fabbisogno e, infine, l'emanazione degli avvisi con le sedi vacanti. Riconosce tuttavia che questa procedura non soddisfa a pieno le esigenze di quei lavoratori che, ad esempio, prestano servizio in strutture che sono in organico ottimale e che quindi non saranno mai "messe a bando". Invece, se i lavoratori presentano la domanda di mobilità con le sedi in ordine di preferenza, l'amministrazione potrebbe facilitare un eventuale scambio tra lavoratori e il sistema informatico favorirebbe la trasparenza della procedura, a differenza di quanto è avvenuto finora.

In ogni modo, qualsiasi cambiamento o innovazione nella procedura, che dovrà essere discusso al tavolo di trattativa, dovrà servire solo a facilitare la mobilità per tutti i lavoratori interessati.

Si passa quindi ad analizzare i risultati della simulazione delle 52 schede compilate per la PEO.

La delegazione di parte pubblica espone le criticità riscontrate con più frequenza: la valutazione dell'anzianità di servizio maturata presso enti pubblici diversi dall'Università, la valutazione del tempo determinato solo ai fini dell'anzianità o anche come requisito di accesso, le sovrapposizioni di contratti, la difficoltà a valutare le collaborazioni occasionali, i doppi titoli di studio, la durata effettiva dei corsi di formazione, le abilitazioni professionali che non richiedono il diploma, le idoneità conseguite in concorsi a tempo determinato o presso altre amministrazioni, gli incarichi ricoperti in contemporanea, ecc .

Dopo un ampio dibattito teso a risolvere alcuni dei problemi emersi, le parti ribadiscono che il risultato deve essere quello di fare in modo che nel corso dei prossimi anni, e comunque fino a che ci saranno queste restrizioni normative, la PEO sia conseguita ogni anno da personale sempre diverso, a rotazione. Nel prossimo incontro di trattativa, pertanto, verranno studiate con attenzione le criticità emerse, al fine di rendere quanto più possibile agevole la compilazione delle schede e la valutazione dei punteggi. L'amministrazione si impegna, inoltre, a presentare una bozza di accordo per la PEO del 2011.

Il Direttore Amministrativo relaziona, quindi, sulla pratica del Consiglio di Amministrazione che ha approvato il ripristino dell'utilizzo della mensa di Careggi per il personale tecnico in convenzione.

Rende noto che, dopo una serie di incontri e colloqui intercorsi con i vertici dell'AOUC, si è convenuto per il ripristino dell'accesso alla mensa al prezzo di € 1,03 per tutto il personale universitario in afferenza assistenziale. La quota eccedente ritorna ad essere a carico dell'AOU.

La RSU fa comunque presente che tale situazione ha reso ancor più evidente la necessità che si aprano tavoli di confronto con le AOU per le questioni relative a tutto il personale in servizio nelle aziende, indipendentemente dall'afferenza assistenziale, soprattutto alla luce della strutturazione dei servizi del DIPINT, nonché delle nuove strutture dipartimentali che nasceranno dalla L. 240.

A proposito del DIPINT, <u>si concorda di rimandare la questione ad un'apposita riunione di trattativa</u>; il Direttore amministrativo conferma che il protocollo con la Regione è stato sottoscritto e concorda sulla necessità di discutere di tutte le questioni che riguardano il personale e ribadisce che non affronterà la questione senza averla prima discussa al tavolo di trattativa.

La RSU chiede aggiornamenti sulla riorganizzazione delle aree dirigenziali prospettata nei mesi scorsi e su quella dipartimentale. La delegazione di parte pubblica comunica che la riorganizzazione delle aree avverrà entro la fine dell'anno, mentre siamo ancora in fase di discussione per quanto riguarda i dipartimenti.

QUESTION TIME

La RSU chiede quando avverrà la trasformazione del part time in full time per il personale stabilizzato. L'amministrazione risponde che occorre aspettare l'assegnazione del Fondo di Finanziamento Ordinario.

La RSU chiede chiarimenti sulla questione dell'utilizzo del garage di via del Parione e le misure che l'amministrazione intende adottare, considerato che i lavoratori hanno ricevuto una lettera che vieta l'uso del garage. Il Direttore informa che l'Università non ha più titolo per restare e che gli uffici del Comune hanno sollecitato lo sgombero; è stata concordata una soluzione intermedia con la quale l'Università formalmente riconsegna l'immobile al Comune tuttavia, finché non ci sarà l'inizio dei lavori, il personale potrà continuare ad utilizzarlo.

La RSU segnala che ancora non è stata predisposta la funzione per la validazione delle presenze che consenta di indicare la flessibilità a copertura delle chiusure obbligatorie, nonostante il 31 ottobre sia ormai prossimo. L'Amministrazione ha preso atto, assicurando che provvederà.

Infine, la RSU sollecita la data per il tavolo tecnico per affrontare la questione degli appalti in Ateneo. L'Amministrazione risponde che attende solo la conclusione della indagine conoscitiva avviata.

Il prossimo incontro di trattativa è fissato per lunedì 7 novembre.

LA RSU DI ATENEO

Firenze, 18.10.2011

 A parziale rettifica del precedente comunicato, segnaliamo che l'accesso alla procedura per la mobilità interna è stato sospeso in quanto l'applicativo - che è in fase di test, quindi suscettibile di modifiche e integrazioni - avrebbe potuto permettere di visualizzare dati riferiti a persone reali, anche se inseriti al solo scopo di testarne il funzionamento.

RSU Università di Firenze

 

Unifi Home page

Inizio pagina