Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Rappresentanze Sindacali Unitarie

News

home page > News e avvisi > Avvisi > Dibattito sul Master Plan dell'Aeroporto di Firenze presso il Polo Scientifico di Sesto
Stampa la notizia: Dibattito sul Master Plan dell'Aeroporto di Firenze presso il Polo Scientifico di Sesto

Avvisi

Dibattito sul Master Plan dell'Aeroporto di Firenze presso il Polo Scientifico di Sesto

Riceviamo da colleghi delle RSU Unifi e CNR di Sesto e giriamo volentieri

Le rappresentanze sindacali unitarie (RSU) del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) e dell'Università di Firenze hanno organizzato giovedì 11 dicembre, presso l'AULA Magna del Polo Scientifico di Sesto F.no, un incontro per presentare il progetto di ampliamento dell'Aeroporto di Firenze da un punto di vista tecnico, con l'obiettivo di chiarire quali potrebbero essere gli effetti sull'attività lavorativa e didattica e l’impatto urbanistico e ambientale sul Polo Scientifico.
L'assemblea è stata molto interessante e partecipata: riportiamo nel box in alto i materiali utilizzati dai relatori e una registrazione video; qui di seguito un resoconto dell'incontro.


Il materiale

I relatori
Lorenzo Bigagli è ricercatore all'Istituto sull'Inquinamento Atmosferico del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Si occupa di Information & Communication Technology applicata alle Scienze della Terra e dello Spazio, in particolare affrontando il gap tra Scienza e Società e decision makers Il suo background include una Laurea in ingegneria informatica e un Dottorato di Ricerca in metodi e tecnologie per il monitoraggio ambientale.
Antonio Sacconi è laureato in ingegneria idraulica e svolge l'attività di libero professionista.
Ha svolto numerosi incarichi, in Italia e all'estero, riguardanti sistemazioni idrauliche di aste fluviali, impianti di potabilizzazione e depurazione, adeguamento di reti fognarie e  opere marittime. Ha seguito come consulente idraulico il ricorso al Tar contro l'integrazione al PIT per conto dei Comitati della piana.


Alla riunione hanno partecipato lavoratori tecnico amministrativi, professori, ricercatori, studenti,rappresentanti dei comitati della piana, media e giornalisti.
L'intento delle RSU, come è stato anticipato nell'introduzione al dibattito, è stato di tipo informativo,  per rispondere a poche, ma basilari domande:

  • Cosa succederà a pochi metri dagli edifici del polo?
  • Come cambierà la vita dei residenti con l'ampliamento dell'areoporto?
  • Correrranno rischi di carattere sanitario?
  • La sfera politica e amministrativa fiorentina, sta facendo tutto il possibile per salvaguardare la vita del Polo scientifico, della ricerca e della piana? Bisogna forse ricordargli che il polo è attrezzato con centinaia di laboratori di cui molti con strumentazione altamente sensibile a qualsiasi tipo variazione (sonora, vibrazionale, ecc.)
  • La sicurezza degli studenti e lavoratori è stata presa in considerazione, dal momento che siamo in una fascia territoriale a rischio?
  • Potranno ancora esserci le incrementazioni di edifici progettati per altri dipartimenti, visto che il Polo, con l'avvicinarsi della nuova pista a 250 metri, rientrerà nella fascia a divieto di costruzione?
  • Quale ricaduta avrà sul territorio da un punto di vista ecologico?

L'auspicio delle RSU è stato di aprire con questo dibattito il primo di una serie di incontri per accordare tutti i suoni del Polo, che è ricco di competenze e risorse tecniche e scientifiche, che possono supportare tutte le strutture del Polo scientifico (Ateneo, CNR e INFN) nella  salvaguardia di questa cittadella scientifica.
E' stato accolto con molto interesse e speranza l'intervento del Rettore sulla stampa, che si è dimostrato sensibile ad approfondire il problema e la tutela del Polo.
Ci sono state molte domande tecniche e interventi dei comitati sul territorio che da anni lavorano sugli aspetti problematici dell'ampliamento aeroportuale; importante l'intervento del rappresentante del Collettivo Studenti di sinistra che ha informato dell'estensione della raccolta di firme (già conclusa al CNR) che hanno attivato per richiedere un analisi mirata dei problemi sanitari sul territorio del polo, richiedendo una correlazione con le altre rappresentanze.
La riunione si è protratta molto più tempo del previsto, segnalando quanto sia importante un confronto all'interno del Polo.

07 Gennaio 2015
Unifi Home page

Inizio pagina